top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreFinance Manager & Ceo

Sovraindebitamento: abbatti i debiti e blocca i pignoramenti in 3 semplici passaggi.

Aggiornamento: 4 apr 2021

Consulenza, competenza e risultato.


Cos'è la crisi da sovraindebitamento


In Italia esiste una legge chiamata legge sul sovraindebitamento, varata con decreto legge n.179 del 18 ottobre 2012, convertito con modificazioni dalla legge n.221 del 7 dicembre 2012 .

Grazie a questa legge, laddove si dimostrasse il netto squilibrio tra le situazioni reddituali ed i debiti in essere, si potrebbe ottenere una ristrutturazione del debito (consolidando tutti i debiti in un'unica rata) o addirittura (in casi meno soventi) l'abbattimento totale.


Come fare per accedere a questo servizio?


Ti seguiremo per renderti tutto più fruibile, in 3 semplici passaggi:


1 - contattaci, e ti indicheremo la documentazione utile da inviarci per una valutazione della tua posizione debitoria;


2 - laddove l'esito fosse positivo, procederemo con redigere tutte le relazioni e strutturare tutta la documentazione da presentare agli organi competenti, nominati dal ministero, che si occupano di sovraindebitamento, con relativa compilazione del questionario informativo;


3 - trasmetteremo la documentazione, ed attenderemo il risultato da parte dell'Organismo di Composizione della Crisi, che nominerà un gestore, e da quel preciso momento verranno bloccate tutte le procedure esecutive (decreti ingiuntivi, pignoramenti, etc).

Il cliente non verrà esposto ad alcun tipo di rischio, laddove la procedura non dovesse finalizzarsi, non sarà sottoposto a spese legali derivanti dalla soccombenza. Il vantaggio dell'avviare la procedura di sovraindebitamento va valutata insieme ai nostri consulenti, poichè facciamo della trasparenza il nostro cavallo di battaglia.


Quali sono i passaggi da seguire?


Il primo contatto avverrà telefonicamente con uno dei nostri consulenti per effettuare un primo screening sulla posizione, e solo dopo si procederà con la programmazione di un incontro, che potrà avvenire via skype o di persona.


Laddove l'incontro dovesse avere luogo in modalità differita, allora il pagamento della prestazione dovrà essere effettuato prima del colloquio, dietro trasmissione di regolare parcella da parte del professionista che effettuerà la call.


Prima della call, il cliente dovrà firmare una liberatoria dove autorizzerà il consulente a trattare i relativi dati sensibili, secondo la normativa vigente. In mancanza di codesta autorizzazione, il consulente non potrà, per nessun motivo, effettuare o ricevere nessuna videochiamata, ne documenti di nessun genere, e laddove li ricevesse, sarà obbligato a cestinarli senza visionarli.



Quanto costa la consulenza?


I costi per la prestazione saranno quantificati solo dopo aver valutato la singola pratica, ma soprattutto solo dopo aver valutato se sussisteranno i presupposti per poter procedere (non è detto che ci siano!), valutando la fattibilità della stessa.


Il cliente non pagherà il costo relativo alla prestazione di consulenza, nella sua interezza, poiché la parcella verrà inserita all'interno della procedura di sovraindebitamento.


Verrà richiesto al cliente un costo pari ad euro 150,00 per la consulenza preliminare, l'istruttoria della pratica ed il relativo studio di fattibilità.


Il cliente formalizzerá (laddove lo riterrà opportuno) la presa in carico della consulenza, previa sottoscrizione di un contratto che verrà sottoposto dai nostri consulenti.


Nel caso in cui, dopo un'accurata analisi non sussisteranno i presupposti oggettivi per continuare con la procedura, il cliente non dovrà corrispondere nulla allo studio di consulenza.





La nostra società si occupa di consulenza a largo raggio, con l'obiettivo di offrire un servizio altamente specializzato, smart, ma soprattutto fruibile da tutti.

1.621 visualizzazioni0 commenti

Comments


Post: Blog2_Post
bottom of page